Informativa

Per migliorare il nostro servizio, la tua esperienza di navigazione e la fruizione pubblicitaria questo sito web utilizza i cookie (proprietari e di terze parti). Per maggiori informazioni (ad esempio su come disabilitarli) leggi la nostra Cookies Policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.

OK X
Globalist:
stop


Generazione 2.0

Attenti alle condivisioni: su Facebook il nuovo alert

Si tratta di un campanello d'allarme che permetterà agli utenti di capire con chi si sta condividendo le informazioni.

Desk2
lunedì 31 marzo 2014 17:23

Facebook inizia a diventare apprensivo nei confronti del suo miliardo e passa di utenti: secondo quanto riportato da alcuni blog Usa, il social network starebbe testando una funzione per ricordare agli iscritti con chi stanno condividendo determinati contenuti, mettendoli in guardia dall'eccesso di condivisioni in modalità «pubblica», quindi con chiunque, amici e sconosciuti. In pratica una sorta di 'privacy check-up' per rendere più consapevoli i propri iscritti.

La nuova funzione in fase di test consisterebbe in una finestra che si apre quando si sta per condividere un messaggio o una foto, prima dunque dell'effettiva messa online. Nel riquadro Facebook chiede all'utente se è sicuro dell'impostazione per la privacy corrente e gli ricorda eventualmente come modificare - e restringere - i livelli di condivisione. Il social network in blu, spesso oggetto di preoccupazione per la privacy da parte di associazioni e gruppi di internauti, si comporta così come un genitore virtuale. Mostrando di aver cura della privacy dei suoi affiliati. Addirittura cliccando sull'opzione Learn More, il sito rammenta che si sta facendo oversharing, cioè si condivide troppo. Intanto, sul fronte media, dopo il lancio del 'giornale personalè Paper, Facebook starebbe per introdurre anche un pulsante Save per salvare e leggere in un secondo momento gli articoli che scorrono sul proprio diario.

Una mossa aggiuntiva che va nella direzione di voler puntare sempre di più sul mondo delle notizie, sfidando il rivale Twitter che al momento è tra le piattaforme più usate per la condivisione di news.

Commenti
  • Irene 20/05/2016 alle 00:09:22 rispondi
    girhWUMJTsiC
    That's a welhotlought--ut answer to a challenging question
  • Emily 21/05/2016 alle 10:28:26 rispondi
    mnEvUtzFJYrRPoT
    It's a plseuare to find someone who can think so clearly http://sovunfokl.com [url=http://mwawzzdt.com]mwawzzdt[/url] [link=http://mzwcvuf.com]mzwcvuf[/link]
 
Connetti
Utente:

Password: