Informativa

Per migliorare il nostro servizio, la tua esperienza di navigazione e la fruizione pubblicitaria questo sito web utilizza i cookie (proprietari e di terze parti). Per maggiori informazioni (ad esempio su come disabilitarli) leggi la nostra Cookies Policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.

OK X
Globalist:
stop


Indiscreto

Ferrara lascia "Il Foglio" a Claudio Cerasa

Dopo vent'anni l'Elefantino lascia la direzione del "Foglio". Al suo posto il giovane capo redattore politico: "Non sono un satrapo. Largo ai giovani"

AdminSito
giovedì 22 gennaio 2015 12:44

Un'immagine d'archivio della redazione del Foglio
Un'immagine d'archivio della redazione del Foglio

Giuliano Ferrara lascerà la direzione del Foglio, dopo quasi 20 anni. Lo ha detto lui stesso durante l'intervista di Daria Bignardi a "Le invasioni barbariche" su La7. Il suo posto verrà preso dall'attuale giovanissimo caporedattore politico, Claudio Cerasa, classe 1983, ma al Foglio da dieci anni.

Ma quando ci sarà l'avvicendamento sulla poltrona dell'Elefantino? "Ancora non si sa" - ha spiegato Ferrara - perché ci sono questioni societarie da sistemare. Ma avverrà presto". E nel futuro? "Farò il tifoso del Foglio e se Cerasa vorrà continuerò a scrivere".

Daria Bignardi gli ha poi chiesto com'è maturata la decisione di lasciare la sua creatura cartacea, e Ferrara ha risposto così: "Renzi ha ragione, largo ai giovani. Mica sono un satrapo, non voglio restare in un giornale per 40 anni. Non credo comunque di rottamarmi. L'avrei fatto anche se a Palazzo Chigi ci fosse Giuliano Amato".

E a chi gli ha chiesto perché ha scelto Cerasa, ha risposto: "Perché è un campione. È bravissimo, giovanissimo. Cerco una leadership. Naturalmente non c'è solo lui, ci sono tanti ottimi giovani in redazione. Una bella squadra". Il futuro direttore, intanto, già pensa alle future mosse. "Sarà un giornale un po' rivoluzionario", dice, "che investirà a più non posso sull'online. Ma resterà anche la carta, naturalmente. E resterà Giuliano".

 
Connetti
Utente:

Password: